Cerca articoli...
Mini gallery
  • Hardware/mini-pha2037 v2
  • Eventi/brusaporto 2011
  • Hardware/mini-pha2037 v2
  • Hardware/multislot 8 (ger)
  • Eventi/brusaporto 2014
  • Eventi/brusaporto 2014
  • Eventi/viretro2014
  • Varie/miscellanea
  • Hardware/mini-pha2037 v2
  • Hardware/ti 994
Storico articoli
Mailing list
Nome
Email
Iscrizione
Cancellazione
YouTube Channel
Facebook
Archivio Scacchistico - (by Sergio Borsani)

Archivio Scacchistico - (by Sergio Borsani)


Questo programma non è un gioco di scacchi ma voleva essere invece di aiuto per tutti coloro che avevano il desiderio di poter crearsi, in modo efficiente e autonomo, un archivio capace di memorizzare un certo numero di partite e, all'occorrenza poterle richiamare in memoria con la possibilità di vederle eseguite sulla scacchiera a video.
Scritto in Extended BASIC, si avvia sul TI-99/4A in varie configurazioni: una semplificata con solo la cartuccia SSS TI Extended BASIC ed il registratore a cassette, oppure in configurazione più completa con sistema a dischi, espansione da 32K e stampante.
Lo sviluppatore italiano, Sergio Borsani, era un maestro nel costruire programmi complessi e riuscì ad elaborare questo programma di archivio in modo efficace e semplice ma, nello stesso tempo molto completo. Nel 1985, venne pubblicato sulla rivista italiana TI99Newsoft di Gennaio.

Dopo il 'RUN' apparirà la schermata del titolo di presentazione e quindi, pochi istanti dopo, darà il cambio con quella del menu principale che prevede sei opzioni: scrittura, modifica. memorizzazione, caricamento, esecuzione e stampa. Di queste le prime due meritano una particolare attenzione in quanto la buona riuscita del programma dipenderà, in gran parte, dall'esatta trascrizione delle mosse secondo regole ben definite. Infatti, il software, ignora totalmente quali siano le effettive regole del gioco degli scacchi, si atterrà solamente a eseguire in modo fedele tutte le mosse indicate (anche quelle che potrebbero essere sbagliate). Inoltre alcuni simboli sono diversi da quelli comunemente adottati ed in questo contesto assumono un significato particolare.

Veniamo subito alla notazione da usare. Ogni mossa completa comprende quella del bianco e quella del nero ed è contraddistinta da un numero progressivo. Per ogni mossa si utilizza una stringa di 12 caratteri, i primi sei per il bianco e gli ultimi sei per il nero.
Considerando ognuna di queste due semi stringhe di sei caratteri, il primo deve necessariamente contenere il simbolo del pezzo che muove:

  • P = (pedone)
  • C = (cavallo)
  • T = (torre)
  • A = (alfiere)
  • D = (dama)
  • R = (re)

Le coordinate sono quelle standard, tuttavia esse vanno indicate esclusivamente con le lettere maiuscole. L'esatta individuazione delle coordinate e facilitata dalla presenza, anche in fase di scrittura, della scacchiera dove vengono eseguite le mosse in tempo reale. Il sesto carattere ha un significato dichiarativo ed è riservato per indicare particolari informazioni, come la presa di un pezzo, lo scacco al Re, la presa di un pedone «en-passant», la promozione ecc. Per ognuna di esse si deve usare un simbolo convenzionale ben preciso:

  • ' : '  -- i due punti indicano la presa di un pezzo
  • ' + ' -- il segno più significa lo scacco al Re
  • ' * ' -- l'asterisco indica la presa di un pezzo con contemporaneo scacco al Re
  • ' % ' -- il segno di percentuale si riferisce alla presa di un pedone en passant
  • ' = ' -- indica lo scacco matto
  • ' - ' -- il trattino (o segno meno) si usa invece se non c'è nessuna situazione particolare

Nel caso della promozione di un pedone, il sesto carattere dovrà indicare il pezzo richiesto che, quasi sempre, è la dama. Per far ciò si useranno le lettere elencate nel paragrafo precedente che contraddistinguono i pezzi. Resta da considerare come dire al computer che la partita è terminata. L'unico modo consiste nell'inserire, dopo l'ultima mossa, un messaggio con un punto come sesto carattere. In pratica si potrà scrivere: MATTO. oppure: ABBAN.
Anche altri messaggi funzioneranno altrettanto bene purché formati da cinque caratteri seguiti da un punto. Quando, infatti , il computer incontra un punto in sesta posizione, non interpreta la stringa come indicazione di una mossa ma come segno di fine partita.

Un esempio farà cadere le ultime perplessità. Riportiamo il famoso matto di Legai nelle due notazioni, quella standard e quella adottata nel programma.

Notazione standard Notazione sul TI99
1. e4 , e5;
2. Cf3, Cc6;
3. Ac4, d6;
4. Cc3. Ag4;
5. C:e5, A:D;
6. A:f7+. Re?:
7. Cd5=matto.
1. PE2E4-PE7E5-
2. CG1F3-CB8C6-
3. AF1C4-PD7D6-
4. CB1C3-AC8G4-
5. CF3E5:AG4D1:
6. AC4F7*RE8E7-
7. CC3D5-MATTO.

Come si vede le due notazioni sono simili e quella utilizzata nel programma è contraddistinta da una maggiore rigidità. Vengono accettate solo lettere maiuscole ed ogni mossa consiste necessariamente di sei caratteri di cui il primo si riferisce al pezzo, quelli dal secondo al quinto costituiscono le coordinate ed il sesto è una particolare dichiarazione. Le mosse, scritte in questa forma particolare, vengono mantenute in memoria in una matrice unidimensionale, sono interpretate dal computer durante l'esecuzione della partita sulla scacchiera presente sul video ed allo stesso modo vengono memorizzate su nastro o su disco.

Per iniziare a trascrivere e memorizzare una partita. Selezionando il tasto 1 del menu principale, apparirà un'ulteriore richiesta: <N> per New e <A> per Append. L'opzione append si rivela utile quando siano già in memoria alcune mosse e si desideri completare la loro trascrizione senza dover iniziare tutto daccapo. Dovendo cominciare una nuova partita si premerà il tasto <N>. I primi dati consistono nei nomi dei giocatori, che non possono superare i dieci caratteri ciascuno, luogo e data, per un massimo di venti caratteri, e tipo di apertura, per un massimo di venti caratteri (solo alfabetici).

Si passa quindi alla trascrizione delle mosse, facilitati dalla presenza della scacchiera sul video dove avviene la loro immediata esecuzione. I numeri progressivi vengono posti automaticamente e non resta che rispettare i simboli e la sintassi adottati dal programma scrivendo sempre ed esclusivamente con lettere maiuscole (abbassare il tasto ALPHA LOCK).
Quando si avrà inserito l'ultima mossa terminando con il pinto '.' il programma tornerà in automatico al menu principale e si potrà scegliere allora di salvare, rivedere una partita, modificare o anche stampare il tutto su carta.

Concludendo, si può affermare che questo programma costituiva un valido strumento per chi voleva creare un efficace archivio scacchistico con la raccolta di intere partite o anche semplicemente di aperture.

Per chi usava il programma con i dischi, nella versione completa, era incluso un brevissimo programma per inizializzare il File Indice dell'archivio, programma che doveva essere eseguito ogni volta che si iniziava un nuovo archivio.

Per chi volesse approfondire, tutte le istruzioni complete potranno essere trovate nelle pagine della rivista linkata di seguito.

Nella sezione download, trovate i file .ZIP che contengono i formati digitali per Cassetta e Floppy Disk.

Questo software è stato pubblicato nella rivista Italiana TI99Newsoft

 

 

TI99NewSoft numero 5 - Gennaio 1985

 

 

 

Codice Newsoft_N5XB1
Dettagli Manuale Digitale
Lingua Italian Anno 1984
Tipo Database
Categoria Software
Livello rarità C (Common Everyone has it; most people have several duplicates)
Costruttore Sergio Borsani
Commenti Il gioco venne pubblicato sulla rivista italiana TI99NewSoft nel 1985
Formato Cassette Tape / Floppy Disk
Linguaggio sviluppo Extended Basic
Sviluppatore Sergio Borsani
Distributore o Editore NewSoft snc
Sistema TI-99/4A
Voto UTENTI star ratingstar ratingstar ratingstar ratingstar rating (n/d) VOTO TI99IUC star ratingstar ratingstar ratingstar ratingstar rating (5.00)
Valutazione
Valore acquisto 0.00 Valore odierno 0.00
Galleria aste n/d
Note
Sfoglia on-line
Download   (Ita)-(Database)-(Archivio Scacchistico -CS1 Version)-(1984)-(XB)-(by Sergio Borsani)-(from TI99NewSoft).zip (111.39 KBytes)  (Ita)-(Database)-(Archivio Scacchistico -Full Disk Version)-(1984)-(XB32)-(by Sergio Borsani)-(from TI99NewSoft).zip (41.48 KBytes)
Siti approfondimento n/d
Articoli correlati Galline in Autostrada
Adattamento ad un Polinomio - (by Sergio Borsani)
A Scuola con il Texas TI99 4A


Google Translate

Don't understand Italian? Choose your language!

Materiale TI99?

Vuoi aiutarmi preservare la storia del TI-99 ?

Se possiedi Materiale Italiano e non che riguarda il TI-99 e che vorresti condividere nella nostra Community... contattami e potermo inserirlo nel nostro Database Globale

Donazione

Se desideri sostenere questo sito puoi inviare una donazione.

Hot Links

TI-99 RELEATED

RETROCOMPUTING altro...

Copyright © 2013-2020 by TI99 I.U.C. - Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Loghi e marchi sono di proprieta' dei rispettivi proprietari.
E' vietata la riproduzione integrale o parziale di contenuti o documenti previa autorizzazione.
Copyright   |    Privacy