Cerca articoli...
Mini gallery
  • Eventi/viretro2014
  • Hardware/mini-pha2037 v2
  • Eventi/brusaporto 2010
  • Eventi/brusaporto 2013
  • Eventi/brusaporto 2010
  • Eventi/brusaporto 2013
  • Hardware/flex card (for peb)
  • Eventi/brusaporto 2010
  • Eventi/brusaporto 2013
  • Eventi/brusaporto 2014
Storico articoli
Mailing list
Nome
Email
Iscrizione
Cancellazione
YouTube Channel
Facebook
PLOT routine - (Extended Basic Version)

PLOT routine - (Extended Basic Version)


Ora potete usare la grafica pixel ad alta risoluzione nei vostri programmi BASIC senza sapere nulla del linguaggio di assemblaggio. Questa routine 'PLOT', sviluppata da John Clulow, vi permette di visualizzare singoli punti in una qualsiasi delle 49.152 posizioni sullo schermo. La grafica indirizzabile a punti vi permette di fare cose come disegnare cerchi e linee, che sono solitamente difficili da creare programmando in TI-BASIC semplice.

Sono state rilasciate due versioni di questo programma, questa è la versione per TI Extended BASIC con l'espansione da 32K, l'altra per la Mini Memory la trovate a questo link.
Il tutto è stato sviluppato per essere facilmente integrato nei vostri programmi, e si possono usare sia in formato cassetta che da floppy disk.
Una caratteristica aggiuntiva è che la routine aggiunge 16 caratteri definibili dall'utente al Tl Extended BASIC.
Sono inclusi anche tue esempi CIRCLE e SINE AND COSINE, in modo da poter vedere in modo chiaro come questa routine può essere applicata

Per usufruire della routine PLOT nel tuo programma, usa la seguente istruzione:

CALL LINK("PLOT" ,dot-row ,dot-column, starting-char-code,current-char)


Il sottoprogramma utilizza i set di caratteri standard (codici ASCII 32-143) e li ridefinisce come specificato.

  • DOT-ROW e DOT-COLUMN sono posizioni di pixel con valori di 0-191 e 0-255 rispettivamente. Il numero di pixel 0,0 sarebbe l'estremo angolo superiore sinistro dello schermo, mentre 191,255 è il punto inferiore destro. Questi parametri possono essere inseriti sia come numeri che come semplici variabili. (La routine non supporta gli array).
  • STARTING-CHAR-CODE determina il codice ASCII del primo carattere da usare nella ridefinizione del pattern. Può essere impostato su qualsiasi valore tra 32 e 143; i valori al di fuori di questo intervallo darnno un errore BAD VALUE. Poiché questo parametro serve anche come variabile di ritorno per il codice del carattere più alto usato, deve essere inserito come una variabile semplice, non come un numero o una variabile con pedice.
  • CURRENT-CHAR è una variabile di ritorno per il codice ASCII del carattere usato in l'ultima ridefinizione del pattern. PLOT determina se il carattere che viene visualizzato alla riga di punti e alla colonna di punti specificata ha un codice ASCII inferiore a quello del carattere di partenza. In caso affermativo, il pattern di quel carattere più il nuovo pixel verranno copiati nel pattern del prossimo carattere da definire. In caso contrario, verrà semplicemente aggiunto al pattern del carattere attualmente visualizzato. Per esempio, se il dot-row e il dot-column definiscono una posizione sullo schermo occupata dalla lettera A (codice ASCII 65), se il carattere iniziale è 96 e il carattere corrente 102, allora il pixel sarà aggiunto al pattern per A e il nuovo pattern posto nel prossimo codice di carattere definibile, 103. Il codice carattere 103, quindi, verrà visualizzato nella posizione dello schermo precedentemente occupata dalla lettera A. Così, i pixel possono essere posizionati sullo schermo senza far alterare la visualizzazione esistente.

D'altra parte, se lo starting-char fosse stato impostato a 45 nell'esempio precedente, allora il pixel verrebbe aggiunto al pattern per la lettera A, ma il codice ASCII 65 continuerebbe ad essere visualizzato sullo schermo. Questo perché 65 non è inferiore a 45. Un errore BAD VALUE verrà anche visualizzato se dot-row e dot-column avranno un valore inferiore a zero o superiori a 9999. Quando uno dei due valori supera il limite dello schermo (191 per il punto-fila e 255 per il punto-colonna), il posizionamento del pixel sarà visualizzato automaticamente il lato opposto dello schermo.

Prima della prima istruzione CALL LINK nel vostro programma, i modelli di carattere per i codici dei caratteri che iniziano a 128 dovrebbero essere cancellati:

100 FOR 1=128 TO 143
110 CALL CHAR(I," ")
120 NEXT I


Nella versione Extended BASIC con espansione di memoria, il movimento automatico degli sprite non sarà usato nel programma, la routine permette di ridefinire i caratteri da 144 a 159, che normalmente non sono accessibili in BASIC esteso. (Tenete presente che non potete usare le istruzioni CALL CHAR o CALL COLOR per definire direttamente questi due set di caratteri).

(Questo programma è contenuto nel libro  Programs for the TI Home Computer.)

Codice
Dettagli Digitale
Lingua English Anno 1983
Tipo Development
Categoria Software
Livello rarità C (Common Everyone has it; most people have several duplicates)
Costruttore John Clulow
Commenti
Formato Cassette Tape
Linguaggio sviluppo Extended Basic+32k
Sviluppatore John Clulow
Distributore o Editore Steve Davis
Sistema TI-99/4 - TI-99/4A
Voto UTENTI star ratingstar ratingstar ratingstar ratingstar rating (n/d) VOTO TI99IUC star ratingstar ratingstar ratingstar ratingstar rating (0.00)
Valutazione
Valore acquisto 0.00 Valore odierno 0
Galleria aste n/d
Note
Sfoglia on-line
Download   (Eng)-(Dev)-(PLOT routine)-(1983)-(XB)-(by_John Clulow-Bernie Elsner)-(from_Programs for the TI Home Computer Book).zip (126.02 KBytes)
Siti approfondimento n/d
Articoli correlati


Google Translate

Don't understand Italian? Choose your language!

Materiale TI99?

Vuoi aiutarmi preservare la storia del TI-99 ?

Se possiedi Materiale Italiano e non che riguarda il TI-99 e che vorresti condividere nella nostra Community... contattami e potermo inserirlo nel nostro Database Globale

Donazione

Se desideri sostenere questo sito puoi inviare una donazione.

Hot Links

TI-99 RELEATED

RETROCOMPUTING altro...

Copyright © 2013-2020 by TI99 I.U.C. - Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Loghi e marchi sono di proprieta' dei rispettivi proprietari.
E' vietata la riproduzione integrale o parziale di contenuti o documenti previa autorizzazione.
Copyright   |    Privacy